Cerca nel blog

giovedì 6 aprile 2017

di Paolo Deotto






Alcuni lettori hanno scritto a Riscossa Cristiana, e al sottoscritto direttore, lamentando il fatto di non aver pubblicato nulla sulla squallida visita del primo ministro lussemburghese Xavier Bettel, che, alla vigilia delle celebrazioni per i 60 anni dei Trattati di Roma, si è recato in Vaticano accompagnato dal “marito” Gauthier Destenay. E nessuno in Vaticano ha avuto obiezioni sulla visita della giovane felice coppia di sposini.
Perché non abbiamo pubblicato nulla su questa ennesima carnevalata di bassa lega? Per due ordini di motivi.
Anzitutto, la volgarità va sempre, almeno finché ciò è possibile, ignorata, non le va dato spazio. E qui siamo ormai, da parte delle “autorità” romane, giunti a quel gusto acre e un po’ stomachevole che caratterizza il comportamento di chi è arrivato alla sfrontatezza di esibire in pubblico il proprio abisso morale. Vorrei chiarire: il primo ministro lussemburghese e il suo “partner” possono ispirare anche una pena infinita, perché giorno per giorno si scavano la fossa per l’inferno con il loro comportamento contro natura. Ma la vera volgarità, in tutta questa faccenda, la vedo soprattutto nel comportamento delle “autorità” vaticane, che ormai non si preoccupano più nemmeno di salvare la faccia. La soluzione, semplicissima, sarebbe stata quella di ricevere il primo ministro del Lussemburgo e non il “partner” (per favore, almeno non chiamiamolo “marito”). Invece no. Il messaggio è chiaro: c’è posto per ogni perversione, il male ci è amico e lo accogliamo con un sorriso.
Ma c’è un altro motivo, non meno importante: di recente ci chiedevamo, in un articolo dove si trattava delle esternazioni europeiste di Bagnasco, vero leone della fede:  “Dov’è la Chiesa?”. E in questa occasione la riflessione non è diversa. Spesso ci chiediamo: “Dove va la Chiesa?”. È molto probabile che la domanda corretta sia piuttosto un’altra: “Dov’è la Chiesa?”.
Da quanto tempo ormai da Roma arrivano solo messaggi, azioni, comportamenti, che non hanno nulla di cristiano? E non scordiamoci che si può vivere solo in due modi: o con Cristo, o contro di Lui. Tertium non datur.

https://www.riscossacristiana.it/perche-non-abbiamo-pubblicato-nulla-sulla-visita-in-vaticano-del-premier-lussemburghese-con-il-marito-di-paolo-deotto/

Nessun commento:

Posta un commento